Immagine

COMUNE DI
PEZZANA

Via Matteotti, 77
13010 Pezzana
 
 

| Contatti
| Coordinate bancarie

| Trasparenza

|Statistiche dichiarazione redditi
| Orario di apertura
| Giunta comunale
| Consiglio comunale
| Cenni storici
| Da vedere
| Manifestazioni
| Curiosità
| Leggende
| Dove mangiare
 

IMU 2013

 

 

 

 In evidenza

CODICE COMPORTAMENTO AZIENDALE

P.T.P.C. - P.T.T.I.

Codice di comportamento dei dipendenti

G.C. Approvazione C.D.P.

Piano triennale della prevenzione della corruzione

G.C. Approvazione P.T.P.C.

Programma Triennale per la trasparenza e l'integrità

G.C. Approvazione P.T.T.I.

Responsabile della trasparenza

Soggetto con potere sostitutivo

 

RECAPITO AVVISI DI PAGAMENTO TRAMITE POSTA ELETTRONICA

-----------------------------

TARES 2013

 -------------------------------

 

 LA BIBLIOTECA COMUNALE DI PEZZANA 

 Storia, presentazione del servizio e catalogo librario

la Biblioteca Comunale di Pezzana nasce nel 1978.

Agli inizi degli anni Novanta viene dotata di supporti multimediali.
Nel 2009 acquisisce il fondo dei fratelli pezzanesi Gian Luigi e Luciano Balzaretti.
Gian Luigi è animatore delle attività sportive del paese, tra cui il "Torneo notturno di calcio" e il Comune gli ha dedicato il campo sportivo nel 1990.
Luciano è il poeta di Pezzana e il Comune ha pubblicato le sue poesie in dialetto.
Nel 2009 la biblioteca trova una nuova sede: i moderni locali del palazzetto polifunzionale di piazza Malvera.
Nel 2009, grazie all'intervento dell'amministrazione comunale di Pezzana ed in particolare del vicesindaco, Sabrina Balzaretti, viene avviato il progetto di ricatalogazione del fondo "Fratelli Balzaretti" ad opera della dottoressa Barbara Cavana, specialista in biblioteconomia e conservazione dei beni librari, che realizza un catalogo elettronico con l'aiuto fondamentale di una volontaria pezzanese, Raffaella Nigra.

Contenuto della biblioteca: enciclopedie, collane di narrativa, filosofia, letteratura italiana e straniera, opere di storia locale e di interesse locale, legate alla vita di Pezzana.

Prossima apertura della biblioteca: marzo 2010.
Inaugurazione 5 marzo 2010 ore 20,30.
La biblioteca verrà aperta una volta alla settimana, grazie a dodici volontari pezzanesi.


CONSULTA E SCARICA QUI L'ELENCO COMPLETO DI LIBRI DELLA BIBILIOTECA DI PEZZANA



Torna su

 
 

 

 

IMMAGINI BIBLIOTECA
  • Foto 1. La squadra che ha  promosso e realizzato il progetto

    da sx: Raffaella Nigra, Sabrina Balzaretti, Barbara Cavana

  • Foto 2. La biblioteca

    La biblioteca di Pezzana

  • Foto 3. Il centro polifunzionale

    Il Centro polifunzionale

  • Foto 4. La biblioteca

    La biblioteca di Pezzana

  • Foto 5. La biblioteca

    La biblioteca di Pezzana

  • Foto 6. La biblioteca

    La biblioteca di Pezzana

  • Foto 7. La biblioteca

    La biblioteca di Pezzana

  • Foto 8. La biblioteca

    La biblioteca di Pezzana

  • Foto 9. La biblioteca

    La biblioteca di Pezzana

  • Foto 10. La biblioteca

    La biblioteca di Pezzana

 
Photogallery
  • Foto 1. Il municipio di Pezzana

    Il municipio di Pezzana

  • Foto 2. Il campanile

    Il campanile

  • Foto 3. Piscina

    Piscina

  • Foto 4. Piscina

    Piscina

  • Foto 6. Centro polifunzionale

    Centro polifunzionale

  • Foto 7. Centro polifunzionale

    Centro polifunzionale

  • Foto 8. Centro polifunzionale

    Centro polifunzionale

  • Foto 8. Campo da tennis

    Campo da tennis

  • Foto 9. Zona residenziale

    Zona residenziale

  • Foto 10. Zona residenziale

    Zona residenziale

 
Contatti

Telefono: 0161319113
Fax: 0161319498
pezzana@comuniubv.it
 

sindacopezzana@ comuniubv.it

segretariopezzana@comuniubv.it

anagrafepezzana@comuniubv.it


Caselle di posta certificata

comune.pezzana@pec.it

 
Coordinate bancarie              

Intestatario:
COMUNE DI PEZZANA
Coordinate Bancarie Europee(IBAN):
IT 71 F 06090 22308 000000905514

 

Statistiche dichiarazione redditi 

PEZZANA PersoneFisiche_2011_G528_01

PEZZANA PersoneFisiche_2011_G528_02

 
Orario di apertura

Lunedì: 10:00-13:00
Martedì: 10:00-13:00 | 15:00-17:30
Mercoledì: 10:00-13:00
Giovedì: 10:00-13:00| 15:00-17:30
Venerdì: 10:00-13:00
Sabato: 10:00-12:00

 
Giunta comunale
  • Giuseppe Trecate | SINDACO

  • Sabrina Balzaretti | Vice Sindaco
  • Giancarlo Pistola | Assessore
  • Giuseppe Monteleone | Assessore
 
Consiglio comunale
  • Paolo Scansetti | Consigliere
  • Giancarlo Pistola | Consigliere
  • Barbara Scuderi | Consigliere
  • Nicoletta Sella | Consigliere
  • Rosa Allegro | Consigliere
  • Valentina Vandone | Consigliere
  • Elisabetta Gabutti | Consigliere
  • Giuseppe Re | Consigliere
  • Stefano Bondesan | Consigliere
 
Cenni storici

Le origini di Pezzana risalgono probabilmente al II sec. a.C., dopo che Roma, intorno al 222 a.C., occupò l'Italia settentrionale al di qua del Po; numerosi sono infatti i reperti di età romana (oltre ad un discreto numero di oggetti di età preistorica e protostorica) rinvenuti nel territorio del paese, in particolare vicino al Santuario della B.V. della Bona, durante gli sbancamenti per spianare le terre.
Dopo l'invasione degli Unni, nel 899 d.C., le notizie storiche sul paese si fanno più precise. Un diploma del 1028 di Corrado II il Salico, ci informa infatti che Pezzana fu feudo del Conte Vallone di Casale, mentre nel 1231 il paese cominciò ad avere una propria rappresentanza politica con i Consoli citati in vari documenti.
Nei secoli successivi Pezzana fu dominata dalle famiglie dei Cagnoli, dei Centoris e degli Avogadro di Pezzana, infine dai Siccardi.
Nel XVII sec. il paese fu vittima delle scorribande delle truppe francesi, spagnole e del Ducato di Savoia; nel 1656 gli Spagnoli infatti devastarono la chiesa Parrocchiale ed incendiarono l'archivio ed il paese.

 
Da vedere

Non lontano dal paese sorge il Santuario della B.V. della Bona, dove è ancora visibile l'antico affresco raffigurante la Madonna del Latte.
Degna di nota è la chiesa della confraternita di S.Anna, costruita nel Quattrocento e poi ristrutturata nel Settecento. All'interno è conservata una Via Crucis dipinta da Carlo Martini. Interessante l'altare barocco con il tabernacolo che presenta una rappresentazione dell'Ecce homo in rame sbalzato.

 
Manifestazioni

-

 
Curiosità

Pezzana diede i natali a ben nove pittori, tra cui Eusebio Ferraris (XV - XVI sec.), amico di Gaudenzio Ferrari, che fondò una rinomata scuola di pittura a Vercelli.
Ricordiamo inoltre Padre Girolamo dell'Ordine di San Domenico, letterato, autore di un libro di Epigrammi ed uno di Epitaffi e Giovanni Antonio Commissetti (1805-1882), generale medico al servizio delle truppe sardo-piemontesi, che fu a capo dei servizi sanitari durante la spedizione in Crimea (1855-56), ispettore medico durante la seconda guerra d'Indipendenza (1859) e nella campagna in Italia meridionale (1861) e presidente del Consiglio Superiore Militare di Sanità nel Regno d'Italia appena costituito.
Pezzana diede inoltre i natali all'On. Eusebio Ferraris, primo Onorevole contadino alla Camera dei Deputati e al figlio, l'On. Giuseppe Ferraris, anch'egli deputato e Presidente della Provincia di Vercelli.

 
Leggende
  • La leggenda del "Conte Cane"
 

Il "Cunt Can", ovvero Facino Cane, è un personaggio realmente esistito; discendente di un ramo minore di un'importante famiglia casalese e vissuto a cavallo tra XIV e XV sec., fu un feroce capitano di ventura che, a capo di un esercito di circa 6000 uomini, terrorizzò il Piemonte con le sue scorribande uccidendo, devastando e catturando sudditi savoiardi per ottenere il riscatto.
Questo condottiero probabilmente si trovò a passare da Pezzana, ma non risiedette mai stabilmente nel suo castello come invece vorrebbe una nota leggenda che così narra:
"Il Conte Cane, signorotto di Pezzana, tra i molti diritti che aveva sugli abitanti del borgo, aveva anche quello di passare la prima notte di nozze con tutte le ragazze del paese; un giorno, però, arrivarono in paese tre suonatori ambulanti, il più giovane dei quali si innamorò della bella Maria e la chiese in sposa. La sera delle nozze la ragazza dovette recarsi al castello del Conte per adempiere il proprio dovere, ma i tre giovani escogitarono uno stratagemma per salvarla; si misero a suonare vicino al ponte del castello ed il Conte, amante della musica, li invitò ad entrare. Una volta entrati, uccisero il Conte, presero la ragazza e fuggirono scomparendo nella selva".

 
Dove mangiare
  • Ristorante "Tenuta Valgioja" | C.na Valgioja, 72 | Tel. 0161/319254
  • Ristorante "Leon d'Oro" | Via G. Matteotti, 36 | Tel. 0161/319128
  • "Paradise" Ristorante Piano Bar | Reg.ne Cagnola | Tel. 0161/319102
  • Ristorante Pizzeria "Allegria" | Reg.ne Allegria, 33 | Tel. 0161/216012